Iscrizioni aperte per il James Dyson Award

Dal 2005, il James Dyson Award (JDA) ha messo alla prova l’inventiva e lo spirito imprenditoriale di laureandi e neo-laureati in ingegneria e design, sfidandoli a inventare la soluzione a un problema. Dei vincitori delle edizioni passate – ciascuno premiato con Ј30.000 – 1 su 5 è riuscito a commercializzare con successo le proprie invenzioni.
Oltre a riconoscere il premio internazionale, quest’anno il JDA incoronerà per la prima volta, anche un secondo vincitore per la categoria “Sostenibilità”.

James Dyson ha dichiarato:
“Ogni anno rimaniamo stupiti per l’ingegnosità e lo spirito con cui i giovani riescono a risolvere problemi veramente complessi. Per molti degli iscritti al James Dyson Award, l’obiettivo è migliorare il mondo con l’ausilio dell’ingegneria e della tecnologia. Per riconoscere il ruolo che ingegneri e scienziati svolgono nella creazione di un futuro sostenibile, abbiamo deciso di insignire con un secondo premio internazionale le idee che, sempre nell’ottica del fare di più con meno, affrontano problemi ambientali o sociali.”

Risolvere problemi reali
Le invenzioni migliori sono spesso le più semplici, ma sono anche quelle capaci di fornire una soluzione chiara e intelligente ai problemi del mondo reale. I precedenti vincitori si sono concentrati su questioni come i rifiuti plastici, la generazione di energia rinnovabile e le terapie mediche nei paesi in via di sviluppo. Nel 2019 il primo premio internazionale è andato a MarinaTex, una bioplastica compostabile direttamente a casa, realizzata con una combinazione di materiali di scarto dalle attività ittiche e alghe sostenibili. È stata concepita come alternativa alle pellicole in plastica usa e getta.

L’edizione nazionale
Sul gradino più alto del podio dell’ultima edizione italiana del JDA , si è piazzato Stay Lock, un supporto indossabile per gli zaini dei fattorini. Se la problematica su cui si è concentrato il progetto vincitore è quella sempre più attuale del food delivery, i due progetti finalisti 2019 hanno toccato problematiche legate all’ospedalizzazione pediatrica e a quella degli infortuni articolari, proponendo soluzioni originali e innovative. Si tratta, rispettivamente, di Heromed, un dispositivo medico indossabile per la nutrizione artificiale dei bambini, avente l’obiettivo di far convergere la dimensione del gioco con quella della terapia e di KEA, un sistema di immobilizzazione temporanea delle articolazioni, da utilizzare anche da soli in caso di infortuni.

Potenziare le opportunità
Il premio ha dato risonanza ai giovani inventori fra i media nazionali e internazionali, aprendo loro ulteriori possibilità di investimento e opportunità di sviluppo delle proprie idee. Alcuni dei vincitori, come gli ideatori del robot in grado di rilevare perdite, Lighthouse, medaglia d’oro nazionale all’edizione 2018 negli USA, o ancora quelli di ORCA, un robot che depura l’acqua, premiato lo stesso anno in Cina, hanno costituito vere e proprie aziende di successo. L’inventore di MarinaTex, Lucy Hughes, ha affermato che l’aver vinto questo premio “le ha cambiato radicalmente la vita”. Il riconoscimento in denaro e l’interesse dimostrato dagli investitori le hanno permesso di trasformare MarinaTex in un’impresa full-time e di avviare una produzione in serie della sua invenzione.

 

Dopo la vittoria, Lucy ha dichiarato:
“Sono davvero orgogliosa di aver conquistato il James Dyson Award; è un onore vedere che il potenziale della mia invenzione, MarinaTex, ha ottenuto un tale riconoscimento. Vincere il James Dyson Award sarà un grande trampolino di lancio che mi permetterа di far avanzare MarinaTex alla prossima fase di R&S e poi avanti fino alla produzione. Spero inoltre che riuscirа a evidenziare l’importanza della circolarità nella fase di progettazione e quanto sia fondamentale tenere conto di forma, funzione e impatto.”

 

Precedenti vincitori:

MarinaTex è un materiale compostabile a livello domestico, concepito come alternativa alle pellicole in plastica usa e getta. Il materiale è realizzato con una combinazione di scarti del settore ittico e alghe sostenibili.

Afflo è un dispositivo indossabile con IA, pensato per monitorare i sintomi dell’asma e prevederne gli attacchi, per consentire agli utenti di intraprendere decisioni guidate dai dati e gestire al meglio la loro asma, migliorando cosм la qualità della propria vita.

Gecko Traxx è un accessorio portatile dal costo abbordabile per le sedie a rotelle manuali, che consente di muoversi sulle strade sterrate. È uno pneumatico flessibile, unico nel suo genere, che si avvolge attorno alle gomme da strada, permettendo agli utenti in carrozzina di accedere in tutta autonomia anche a spiagge e terreni sconnessi.

La O-Wind Turbine è una turbina onnidirezionale che, a differenza di quelle tradizionali, è in grado di catturare il vento a prescindere dalla direzione in cui soffia. In questo modo può essere utilizzata negli ambienti urbani dove il flusso del vento è multi-direzionale.

sKan è un dispositivo low-cost non invasivo per diagnosticare un melanoma, inventato da un team di laureandi in medicina e bioingegneria della McMaster University, Canada.  Il team sta attualmente utilizzando il premio in denaro per affinare il progetto e accertarsi che soddisfi gli standard della Food and Drug Administration statunitense.

EcoHelmet è un casco da bicicletta pieghevole in carta perfetto per il bike sharing. Si basa sulla configurazione di un alveare per proteggere il capo dagli urti e si ripiega completamente quando non viene utilizzato. Il prodotto è attualmente in fase di sviluppo.

Voltera V-One utilizza i principi della prototipazione rapida su cui si basa la stampa 3D per produrre schede elettriche da inserire nei sistemi di alimentazione di dispositivi come gli smartphone. Uno dei loro modelli è attualmente in uso dagli ingegneri Dyson.

 

Il concorso:

Scopo del concorso
Formulare un progetto per risolvere un problema. Può trattarsi di una frustrazione quotidiana o di un problema mondiale. L’importante è che la soluzione sia efficace e dimostri l’esistenza di un progetto ben pensato e ponderato.

Procedura
Le proposte in gara vengono prima valutate da una commissione di giudici a livello nazionale per poi passare alla fase internazionale. Una giuria di ingegneri Dyson seleziona quindi una rosa di 20 finalisti internazionali. I primi 20 progetti vengono infine esaminati da Sir James Dyson in persona, che elegge il vincitore e i finalisti per la categoria Internazionale, e da oggi anche il vincitore della categoria Sostenibilità.

Premio
Il vincitore internazionale riceve un premio di ₤30.000 a cui si aggiungono altre ₤5.000 per la sua università.

  • Il vincitore della categoria Sostenibilità riceve un premio di ₤30.000.
  • Ai due finalisti internazionali vanno ₤5.000 ciascuno.
  • Infine, il montepremi per ogni vincitore nazionale è di ₤2.000.

 

Vincitore della categoria Sostenibilità:
Nel 2020, il James Dyson Award ha introdotto un nuovo premio aggiuntivo, che riconosce gli sforzi profusi in materia di sostenibilità. Il vincitore della categoria Sostenibilità sarà eletto da Sir James Dyson dalla rosa dei 20 finalisti internazionali. Ad aggiudicarsi questo riconoscimento sarà il progetto che avrà prestato maggiore attenzione agli attuali obiettivi di sostenibilità a livello di materiali, progettazione, metodi produttivi o anche con riferimento alla stessa soluzione perseguita con l’invenzione.

 

Termine delle iscrizioni: 08.00 del 1° luglio 2020.

 

Come iscriversi:
I candidati possono iscriversi tramite un’applicazione online sul sito web del James Dyson Award. Le richieste devono descrivere brevemente l’invenzione, il suo funzionamento e il suo processo di sviluppo. Le idee migliori risolvono un problema reale, sono illustrate chiaramente, mostrano uno sviluppo iterativo, forniscono prove concrete di un prototipo fisico e sono supportate da una galleria fotografica e da un video.

Criteri di idoneità:
Il James Dyson Award coinvolge 27 paesi e regioni in tutto il mondo, ovvero: Australia, Austria, Belgio, Canada, Cina, Francia, Germania, Hong Kong, India, Irlanda, Italia, Giappone, Corea, Malesia, Messico, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Filippine, Russia, Singapore, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan, EAU, Regno Unito e USA.

Per partecipare al James Dyson Award, i candidati devono essere, o essere stati negli ultimi quattro anni, iscritti per almeno un semestre a un corso di laurea o dottorato in ingegneria/design presso un’università del paese o della regione prescelti.

In caso di candidature di gruppo, per partecipare al James Dyson Award tutti i membri del team devono essere, o essere stati negli ultimi quattro anni, iscritti per almeno un semestre a un programma di laurea o dottorato presso un’università del paese o della regione prescelti. Almeno un membro del team deve aver studiato una materia idonea fra ingegneria o design.
Nel 2020, potranno partecipare al concorso anche gli apprendisti di Livello 6 o Livello 7 e chi hanno completato tale tirocinio negli ultimi quattro anni.

 

Per ulteriori informazioni, contattare:

Eliana Bertrand
Mob: + 39 346 603 25 93
e-mail: eliana.bertrand@dyson.com

Eugenio Zucchini
Mob: + 39 345 161 38 64
e-mail: eugenio.zucchini@dyson.com

Dyson Italia
Sito web: http://www.dyson.it
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/dysonitalia
Pagina Instagram: https://www.instagram.com/dysonitalia/
Canale Youtube: https://www.youtube.com/dysonitalia

 

Commenta